Diversificazione: cosa è e perché è fondamentale per investimenti sicuri

copertina che rappresenta 12 uova, metafora della diversificazione

Quando si parla di investimenti c’è poco da fare: il rischio è una componente fondamentale di essi. Senza rischio, qualsiasi investimento rende meno.

Un investimento sicuro, inteso come un profitto massimo ottenuto da un rischio inesistente, non esiste.

Esiste però una metodologia tanto semplice quanto efficace che ti permette di ottenere per i tuoi investimenti degli ottimi risultati riducendo notevolmente il rischio.

Sto parlando della diversificazione. In questo articolo ti spiego in dettaglio di cosa si tratta, usando come sempre un linguaggio semplice e degli esempi concreti.

Partiamo dalla spiegazione del termine “diversificazione”: cosa è la diversificazione?

La definizione

Che cosa è la diversificazione negli investimenti?

La diversificazione è una strategia di gestione del rischio che consiste nello strutturare il tuo portafoglio investimenti con più asset che hanno andamenti di mercato diversi. In questo modo gli asset poco performanti vengono “mitigati” da quelli performanti, riducendo il rischio complessivo.

Hai un po’ di confusione in testa? Tranquillo!

Andiamo su una spiegazione un po’ più pratica, usando un’esempio reale.

Spiegata in maniera semplice…

Eleonora ha 3 figli: Filippo, Rino e Sandra (questi simpatici ragazzini qui sotto).

Diversificazione: cosa è e perché è fondamentale per investimenti sicuri - In questa immagine sono rappresentati Filippo, Rino e Sandra.

Eleonora promette ai suoi figli di preparargli una torta buonissima, ma ha necessariamente bisogno di qualche uovo fresco.

A pochi minuti di strada, in aperta campagna, c’è un contadino che vende le sue uova fresche, considerate tra le più buone del paese (chi lo sa, magari sono galline speciali…).

Per responsabilizzare i suoi ragazzi, Eleonora decide di mandarli tutti e tre a trovare il contadino in bicicletta, e di raccogliere ciascuno un determinato numero di uova, per un totale di 12 uova:

  • Filippo: il più grande dei tre, ha imparato ad andare in bicicletta fin da piccolino e da allora ha la totale padronanza del mezzo. A lui viene incaricato di mettere nel cestino della bici un totale di 7 uova.
  • Rino: sa andare molto bene in bicicletta, ma può capitare che, preso dalla foga e dalla troppa sicurezza in se stesso, fa qualche “piccolo” incidente. D’altronde è un bambino vivace! A lui vengono invece affidate 3 uova.
  • Sandra: la più piccola dei tre fratelli, ha imparato ad andare in bici per ultima. Il suo equilibrio è precario. Di sicuro ha altre passioni rispetto alla bicicletta! Le vengono quindi incaricate 2 uova da portare nel suo cestino.

La mamma dei tre, saggiamente, ha affidato a ognuno di portare un numero di uova commisurato sull’affidabilità di guida del mezzo di trasporto.

“Meglio non correre rischi!” dice Eleonora, conoscendo i suoi figli.

Filippo, Rino e Sandra partono per la fattoria del contadino poco fuori dal paese.

Dopo un’ora, rientrano a casa ma aihmè! Qualcosa è andato storto. Rino, preso dalla smania di fare vedere ai suoi fratelli quanto sia bravo ad andare in bicicletta senza mani, è caduto, e con lui le sue 3 uova.

Nel paniere Eleonora trova solo 9 delle 12 uova richieste: 3 di esse sono andate distrutte.

Poco male, no?! Tutto sommato 9 uova sono arrivate a destinazione. Per la torta erano sufficienti 6 uova, e la mamma dei bambini riesce addirittura a metterne da parte 3.

Cosa ci insegna quindi questa storia?

Che se tutte le 12 uova fossero state affidate a un unico bambino e questo fosse caduto dalla bicicletta, tutte le uova sarebbero andate perse. Dividendo i compiti, la mamma ha “diversificato” la gestione del trasporto delle uova, diminuendo notevolmente il rischio. Infatti, solo 3 di esse sono cadute per un’inefficienza del figlio.

La diversificazione ci insegna a non mettere tutte le uova in un unico paniere.

Perché la diversificazione è un fattore fondamentale per fare degli investimenti sicuri?

Dopo aver letto questa storia, capisci perché è così importante diversificare?
Per ridurre enormemente il rischio legato ai tuoi investimenti.

Certo, la diversificazione del tuo portfolio ha sicuramente dei vantaggi enormi rispetto a investire su pochi asset, ma devi sapere che presenta anche dei difetti. Lo stesso Warren Buffett (l’investitore più famoso della storia), nella sua incredibile metodologia di investimento, non contempla la differenziazione come una strategia di profitto, vedendola addirittura come un limite: che senso ha limitare il guadagno se con pochi asset ma buoni si può migliorare il proprio rendimento?

Tuttavia, di Warren Buffett ce n’è uno e non a caso è chiamato l’oracolo di Omaha.
Cercare di imitarlo può essere estremamente dannoso e umiliante per se stessi.

Conclusa questa piccola parentesi, lo sai quali tipologie di diversificazione esistono? Nel prossimo paragrafo te le spiego.

Le tipologie di diversificazione

La diversificazione tutto sommato è un concetto semplice e può essere applicato a diversi contesti. Se ci pensi bene è un po’ come una struttura di un palazzo: se cede un pilastro mica cade tutta la struttura, no?!

Detto questo, sono principalmente 3 le aree di impiego della diversificazione: la finanza, il business e l’economia. Andiamo a vederle in dettaglio una ad una.

In finanza

In finanza la diversificazione consiste nella costruzione di un portfolio di investimenti bilanciato. Riprendendo la metafora di prima, un portfolio è come un “paniere” in cui mettere uova tutte diverse tra di loro.

Puoi diversificare in base a diverse tipologie di:

  • Settori. Per esempio, potresti costruirti un portfolio costituito per il 30% da asset del settore “beni di consumo”, per il 30% da asset del settore “energia” e per il 40% da asset del settore “tecnologia”.
  • Aree geografiche. Per esempio potresti investire in asset che operano per un terzo in Asia, per un terzo in Europa e per un terzo in America.
  • Asset class. Per esempio potresti scegliere di costruire il tuo portfolio in parti uguali di azioni, ETF, metalli preziosi, e peer-to-peer lending. Si tratta appunto di diverse tipologie di asset, con delle peculiarità uniche nel loro genere, come unici sono le crescite e decrescite del loro valore.

Nel business

In un articolo approfondito ho parlato di come Amazon operi non solo nel settore della vendita di beni di consumo, ma anche in tanti altri settori quali cinema, musica, gaming, libri, servizi web… insomma, la forza di Amazon sta nell’operare in davvero tantissimi settori!

La diversificazione nel business consiste proprio in questo. Investendo in diverse branchie economiche un business riduce al tempo stesso il rischio di fallimento. Qualora una delle branchie dovesse collassare, il business potrà concentrarsi su quelle maggiormente profittevoli ed evitare la bancarotta.

In economia

Se ti dico “Italia” cosa ti viene in mente? Sicuramente buon cibo, arte, cultura, auto di qualità. Dimentico qualcosa? Sicuramente sì! 😎🇮🇹

La diversificazione in economia consiste nel fatto che uno Stato (al pari del singolo business) operi in diversi settori economici. Fortunatamente l’Italia può vantare diverse eccellenze e nel non fare affidamento a un unico settore economico.

Immagina se puntassimo solo sul turismo: cosa ne sarebbe della nostra economia?

La diversificazione è amica degli investimenti sicuri

Non aspettarti di avere trovato la formula per la ricchezza.

Anche un portfolio ben diversificato può essere poco performante.

Per questo motivo è fondamentale ricordarti quello che ti ho detto a inizio articolo: l’investimento è rischioso per sua natura. La diversificazione è certo una fedele amica della sicurezza, ma non è un sinonimo di sicurezza, nemmeno dopo anni di studio e applicazione.

Crediti immagini: Freepik by Stories, Unsplash

nv-author-image

Dario De Micheli

Imprenditore digitale, Blogger, Investitore, Digital Designer. Qualcuno mi chiama "multipotenziale", a me piace di più definirmi "Renaissance person". Posso offrirti una consulenza per crearti un business online. Altrimenti scopri chi sono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *