Intervista a Michele Bitetto, founder di Rome is Love

intervista a michele bitetto

Nella mia carriera da imprenditore digitale ho incontrato davvero molte persone brillanti, che hanno fatto della loro passione un vero e proprio business.

Si tratta di persone illuminate, che hanno creduto nella potenzialità del web e hanno costruito la loro fortuna grazie al sudore e alla strategia.

Una di queste è Michele Bitetto, un mio caro amico con cui abbiamo condiviso esperienze lavorative e non. Oggi ti racconto la sua storia da blogger del settore turistico, o meglio… te la racconta lui, con questa intervista.

Intervista a Michele Bitetto, founder di romeislove.eu

una veduta di roma - scopri di più su roma in questa intervista a michele bitetto

Cominciamo con le domande. Si tratterà di un’intervista dedicata al mondo del business online e di come grazie a un sito Michele sia riuscito a creare il suo piccolo impero digitale.

Ciao Michele! Cosa ti ha spinto a creare un blog sul settore turistico?

Ciao Dario! Amo Roma, quando frequentavo l’Università ho cominciato a scoprirla dal punto di vista turistico e artistico, ho capito che in futuro volevo assolutamente portare questa città in un mio mio progetto e così è stato. A Novembre 2020 volevo creare qualcosa di mio, qualcosa che fosse stato di valore sia per me che per gli altri.

Pensandoci un po’ ho deciso che era arrivato il momento di aprirmi un blog su Roma basato su guide per romani e turisti. Scrivo guide semplici, non approfondisco molto il punto di vista artistico perché annoia, cerco di dare dei consigli pratici come se fossi tuo amico. Ti devo dire che sto ottenendo ottimi risultati!

Rome is Love è il tuo primo business online? Raccontaci dei tuoi altri progetti digitali.

In passato ho avuto una pagina Instagram dove pubblicavo foto su Roma. In pochi mesi ho raggiunto qualche migliaio di follower e stava andando molto bene. Poi per vari motivi ho chiuso il progetto. Ho anche capito che non davo valore ai miei iscritti e a me stesso. Sono tutti in grado di pubblicare foto su Roma in una pagina Instagram, quello che faccio ora è molto diverso e ne vado fiero.

Nel corso degli anni ho creato anche un blog legato al mondo della programmazione, ciò che faccio nel mio attuale lavoro. Non ha funzionato perché non ero abbastanza motivato nella creazione dei contenuti. Questa cosa invece non accade quando parlo Roma. Su romeislove.eu ci metto passione, questa deve sempre essere alla base di tutti i progetti. Se hai passione, hai la voglia di metterti in gioco anche quando non sei al 100%. Ormai è quasi un anno che ho questo blog, non mi è mai capitato di avere tutta questa costanza nel tempo, sono molto contento.

Qual è l’ostacolo più grande che hai trovato nel creare il tuo blog?

Devo dirti la verità, non ho incontrato forti ostacoli. Dal punto di vista dei contenuti, riesco facilmente a scrivere le guide senza troppi problemi. La cosa importante è la pazienza. Google impiega mesi per posizionarti bene sul suo motore di ricerca. Non ci sono regole magiche, non ci sono trucchi, tutto accade col tempo.

Nel mio lavoro creo siti web, per cui non ho avuto troppi problemi dal punto di vista tecnico. Inoltre ci sono tanti tutorial online che spiegano come creare un blog. L’importante è andare a piccoli passi, non si fa tutto e subito, ma un passo oggi e un altro domani.

Se vuoi superare tutti gli ostacoli devi avere pazienza, costanza e volontà.

Qual è il tuo business model? Come guadagni con il tuo blog Rome is Love?

L’obiettivo principale del blog è aiutare romani e turisti a visitare Roma. Scrivo guide su cosa vedere nella città, come organizzare un viaggio e tanto, tanto altro. Nel primo anno proseguirò con la scrittura di questa tipologia di guide. Successivamente passerò a quelle più inerenti al cibo e agli alloggi. Alla fine del 2022 avrò tantissime guide che mi permetteranno di generare introiti a lungo termine. Ricordiamo che la costanza è l’arma migliore per poter generare un valore sia dal punto di vista dei contenuti, che dal punto di vista dei guadagni. 

Quando avrò raggiunto questi obiettivi, mi concentrerò sulla creazione di un’applicazione che ti aiuta ad organizzare il tuo viaggio a Roma sfruttando le guide presenti sul sito. Ho scoperto che la maggior parte delle persone che si iscrivono alla mia newsletter vogliono saperne di più su come organizzare il loro viaggio a Roma. Questo mi ha spinto a trovare l’idea dell’applicazione!

Per quanto riguarda i guadagni, attualmente genero introiti mensili grazie alle affiliazioni. Vendo biglietti per musei, monumenti e tour guidati su due piattaforme turistiche. I primi guadagni sono arrivati dopo 6 mesi, per cui non è stato facile arrivarci. Parliamo anche del fatto che la pandemia ha bloccato tutto il turismo. Quello ha influito e influisce sulle visite a tutti i blog turistici.

In futuro spero di diventare partner di Booking! 😉

Quale consiglio daresti a chi vuole aprire un blog sul turismo?

Il turismo si sta riprendendo, la gente ha voglia di viaggiare e ogni angolo d’Italia è tutto da scoprire. Se hai la passione per la tua terra e vuoi aprirti un blog turistico, fallo! Studia bene come poter portare valore alle persone che visitano il tuo territorio. Non badare alla concorrenza, io stesso mi dicevo “cosa apro a fare un blog su Roma se ce ne sono già tanti altri?”. Bene, tu puoi portare il tuo valore, questo è diverso da quello degli altri.

Cerca di essere esaustivo, non fermarti alle cose banali ma cerca di dare dei contenuti che altri non hanno. Io lo sto facendo ed ho raggiunto ottimi risultati. In poco più di 6 mesi, ho raggiunto circa 150/200 utenti giornalieri e questi aumentano sempre di più. 

Studia anche come puoi guadagnare nel tempo. Molte persone aprono dei blog senza sapere pensare ai modi con cui monetizzare. Vogliono farlo dopo ma non ha senso. Se scegli questa strada sarà molto più complicato in futuro aggiornare tutti gli articoli. Inoltre ricorda che il blog ha delle spese annuali, sono poche ma ci sono e vanno ad aumentare se le visite al tuo sito aumentano esponenzialmente. Inoltre il tuo tempo è denaro, non soffermarti solo sulle visite.

Ricorda che è meglio avere un blog che monetizza con pochi utenti rispetto ad una pagina instagram da 10000 follower che non monetizza affatto.

Come ottieni il traffico per il tuo sito?

Il traffico su romeislove.eu viene generato attraverso ricerche organiche su Google. Non ho mai speso soldi per la pubblicità. Sai perché? La potenzialità dei blog è che hanno contenuti che non scadono mai, almeno che non hai un sito di news. Nel mio caso, una guida che scrivo nel 2020, ha ancora valore nel 2025. Se studio bene l’articolo dal punto di vista SEO, riesco a raggiungere buone posizioni su Google per determinate parole chiave. Questo mi garantisce continuità nel tempo. Se invece decidessi di sponsorizzarli, devo essere sicuro di un ritorno economico nella spesa, questo gioco non vale la candela se hai un blog con questa tipologia di articoli.

Ovviamente per fare questo, devi creare valore per il lettore!

Ad esempio, la guida Cosa vedere a Roma in 3 giorni a piedi, nonostante io l’abbia pubblicata mesi fa, oggi mi porta una buonissima quantità di utenti ogni giorno perché si è posizionato bene su alcune parole chiave molto importanti. Tutto questo senza spendere un euro.

Un’ultima domanda: quali sono le tue strategie di crescita per i prossimi 3 anni?

Attualmente ho in mente di generare dei profitti da reinvestire sul progetto. Voglio cercare qualcuno che realizzi e migliori i contenuti di Rome is Love. Inoltre, come dicevo prima, voglio creare un’applicazione che gestisca in maniera dinamica chi si iscrive al blog. Questo per migliorare l’efficienza dei contenuti e per aumentare la fiducia dei turisti su progetto romeislove.eu.

I miei obiettivi sono molto alti. Da qui a tre anni voglio essere tra i primi 4 blog su Roma in Italia. In futuro ho in mente di tradurre tutti i miei contenuti in inglese e puntare anche alla nicchia straniera, ma un passo per volta 🙂

Dal punto di vista personale, punto ad aiutare coloro che vogliono aprirsi un blog. Mi piacerebbe creare delle classi per creare confronti con chi vuole partire da zero con un business online di questo genere!

Prima di chiudere voglio dire che avere un progetto personale è veramente importante. Puoi gestirti come vuoi, puoi farlo dove vuoi e quando vuoi, senza problemi. Inoltre ci sono sempre nuove sfide da affrontare e nel lungo periodo le soddisfazioni sono veramente tante!

Conclusioni

Ringrazio il mio amico Michele Bitetto per questa intervista e per la sua disponibilità a condividere le sue tecniche e strategie con i lettori di Nut For Me.

Per qualsiasi domanda, utilizza il form qui sotto. Saremo felici di risponderti in tempi brevissimi!

A presto,

Dario

Crediti immagini: romeislove.eu, Unsplash

nv-author-image

Dario De Micheli

Imprenditore digitale, Blogger, Investitore, Digital Designer. Qualcuno mi chiama "multipotenziale", a me piace di più definirmi "Renaissance person". Posso offrirti una consulenza per crearti un business online. Altrimenti scopri chi sono.

1 commento su “Intervista a Michele Bitetto, founder di Rome is Love”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *